Rabbia Repressa: 3 Consigli Fondamentali Per Gestirla

Rabbia repressa: 3 consigli fondamentali per gestirla.

La rabbia è un’emozione umana, ma risulta tra le più difficili da gestire.

Alcune persone sono estremamente sensibili a questa emozione e hanno un basso livello di attivazione, perciò si arrabbiano spesso e facilmente.

Altre la sopprimono fino a che non esplodono mostrando reazioni apparentemente eccessive.

Questo difficile rapporto può portare a sviluppare sentimenti conflittuali e schemi disfunzionali in relazione ad essa.

Inoltre la rabbia viene spesso confusa con l’aggressività e vista come qualcosa da evitare, che è sconveniente mostrare.

Sebbene ovviamente la rabbia vada espressa e modulata in base al contesto senza arrivare al punto di perdere totalmente il controllo, si tratta di un’emozione inevitabile che dobbiamo imparare ad accettare e regolare.

Rabbia repressa: Perché esiste la rabbia?

La rabbia può essere un’emozione particolarmente potente caratterizzata da sentimenti di ostilità, agitazione, frustrazione e antagonismo verso gli altri.

Si tratta di un emozione estremamente utile dal punto di vista evolutivo perché ci permette di proteggerci dai pericoli e di tutelare i nostri bisogni.

Infatti quando una minaccia genera sentimenti di rabbia, ci aiuta a combattere il pericolo e a proteggerci.

Ovviamente nella società odierna sono poche le occasioni in cui ci troviamo a dover lottare per la nostra vita.

Perciò la rabbia può diventare un problema quando è eccessiva o quando viene manifestata in modi pericolosi o dannosi per gli altri.

La rabbia repressa e incontrollata può trasformarsi rapidamente in violenza.

Inoltre può avere conseguenze sia psicologiche che fisiche, può rendere difficile prendere decisioni razionali ed è stata collegata a malattie coronariche e al diabete.

Se la rabbia repressa rappresenta un problema che compromette significativamente la qualità della tua vita il mio consiglio è quello di rivolgerti a un professionista.

Ti lascio i miei contatti in caso avessi bisogno:

Perciò come possiamo imparare a gestire efficacemente questa emozione così utile, ma anche complessa?

Come gestire la rabbia repressa in modo efficace: 3 consigli fondamentali

1. Esprimerla ed elaborarla

La cosa principale da fare con la rabbia repressa è quella di imparare a esprimerla ed elaborarla.

Molte persone sono come delle pentole a pressione, aspettano fino a che le pressione non sale talmente tanto che il coperchio salta e hanno reazioni spesso eccessive.

In questi casi è importante imparare ad aprire leggermente la valvola per far uscire la pressione poco a poco e in modo più controllato.

Possiamo farlo con diverse modalità, scrivendo, disegnando, o con altre strategie che possano aiutarci ad esprimerla.

Non parlo di rilassarsi, ma di esprimere la rabbia, di non soffocarla.

2. Gestire il momento

Nei casi di una bassa tolleranza a questa emozione che provoca frequenti episodi di rabbia è anche importante imparare a gestire il momento in cui si manifesta.

Anche in questo caso si possono utilizzare varie tecniche, in alcuni casi possono essere utili tecniche di respirazione come la respirazione 4-7-8.

Si tratta di una tecnica molto semplice che prevede di fare dei respiri molto profondi, 4 secondi di inspirazione, 7 secondi in cui tratteniamo il fiato e 8 secondi di espirazione.

Oppure possiamo uscire dalla situazione che ci provoca rabbia appena ci accorgiamo che stiamo per perdere il controllo e prenderci il tempo necessario per calmarci.

3. Non evitarla o ignorarla

Evitare, ignorare o sopprimere la rabbia non può che peggiorare la situazione.

Più lo facciamo più otteniamo l’effetto pentola a pressione di cui parlavo prima.

L’incapacità di elaborare la nostra rabbia, così come i tentativi diretti di sopprimerla, possono avere effetti negativi su di noi mentalmente e fisicamente.

Potremmo finire per rivolgere il sentimento contro noi stessi, o trasformarla in aggressività passiva, cinismo, irritabilità o ostilità.

Bene, per oggi è tutto, se vuoi approfondire la conoscenza dell’ansia scarica l’ebook gratuito: “Manuale di sopravvivenza all’ansia”.

MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER L’ANSIA

Scarica l’ebook gratuito “Manuale di sopravvivenza per l’ansia” per conoscere e gestire più efficacemente l’ansia.

Scaricando l’ebook acconsento al trattamento dei dati personali (https://www.iubenda.com/privacy-policy/80173978)

Per concludere la rabbia è un’emozione umana che non dobbiamo ne etichettare negativamente ne evitare, dobbiamo imparare a esprimerla in modo controllato e adeguato al contesto senza farci controllare da essa.

Oggi ti voglio lasciare con una frase di Budda:

Trattenere la rabbia è come trattenere un carbone ardente con l’intento di gettarlo a qualcun altro; sei tu quello che si scotta.”

Se l’articolo ti è piaciuto metti un like o condividilo, te ne sarei davvero GRATO.

Un saluto, a presto!

Andrea

LASCIA UN COMMENTO



I contenuti presenti su Hauora.org dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Copyright © 2020 Hauora.org by Andrea Croce. All rights reserved

Dott. Andrea Croce
Via Canevari 29, Genova 16137
P.IVA 02652990991 - C.F. CRCNDR92C24D969Y - Cell. 3466071861

Email:andreacroce@hauora.org

Privacy Policy
Cookie Policy
Partecipa al Workshop gratuito in 4 lezioni:

"CONOSCERE E AFFRONTARE ANSIA E STRESS" 

Partecipando al workshop acconsenti al trattamento dei dati personali (https://www.iubenda.com/privacy-policy/80173978)